Domande e risposte con Shama Kaur, che ha selezionato le meditazioni e messo insieme i materiali per il progetto L’oracolo della meditazione Kundalini

Shama Kaur è una lead trainer egiziana certificata KRI, mentore di salute e benessere. All’età di 25 anni, Shama ha completato il programma Aquarian Trainer di livello 1 negli Stati Uniti. Da allora è stata pioniera nella diffusione del Kundalini Yoga nel mondo arabo. Le sue avventure di insegnante l’hanno portata dall’Egitto a Dubai, in Palestina, Giordania, Marocco, Tunisia e Kuwait. Come artista e musicista, Shama Kaur ha la passione di aiutare ogni anima a elevare la propria coscienza, a guarire e a trovare la propria strada verso la grandezza non solo attraverso lo yoga, ma anche la musica e le arti. Shama Kaur è anche la fondatrice di YallaYoga Center, un’impresa sociale che si occupa di educazione e formazione professionale allo yoga.


Che cosa l’ha ispirata a creare questa collezione di biglietti di meditazione?

Come molti di voi, quando ho una profonda passione per il lavoro che svolgo, ne vengo totalmente consumato e non riesco a smettere. Quando l’aspetto imprenditoriale della mente si combina con la mente esecutiva, mi sento dirottato e mi sento totalmente assorbito dal portare a termine un progetto, indipendentemente da come mi sento in quel momento fisicamente, mentalmente, emotivamente ed energeticamente. Dentro di me sento una voce che dice: “Fermati! Ti servono solo 11 minuti. Solo 11 minuti per meditare e qualsiasi cosa farai dopo sarà 10 volte meglio!”.

Ma il mio corpo-mente fatica a fermarsi e a cercare la giusta meditazione. Il solo pensiero di sfogliare un manuale o di navigare online alla ricerca della meditazione “giusta” era troppo scoraggiante e spesso mi spingeva in una spirale di possibilità tra cui scegliere.

Finché un giorno ho pensato: “Se solo ci fosse un mazzo di carte con alcune delle mie meditazioni preferite proprio qui, che potrei facilmente mescolare e scegliere… questo mi farebbe risparmiare un sacco di tempo ed energia!”.

Così ho iniziato a scrivere le mie meditazioni preferite su semplici cartoncini e a usarle per fare una pausa. Mentre meditavo usando la prima carta, mi è venuta l’ispirazione di espandere questa idea e di rendere questo mazzo di carte disponibile per tutti!

Com’è stato il processo di definizione degli abiti e di raccolta delle meditazioni?

Uno dei miei modi preferiti di insegnare è attraverso una serie di lezioni che hanno un tema comune. Ho tenuto corsi sui Dieci Corpi, sui Sette Chakra, sugli Yamas e Niyamas e sui Cinque Elementi. Così, l’ispirazione per gli abiti è arrivata in modo del tutto naturale.

Ciò che ha richiesto un po’ più di tempo è stato il processo di selezione delle meditazioni per ogni seme e per il tema di ogni carta. A questo punto ho invitato HariShabad Kaur, la direttrice di KRI, a contribuire alla selezione delle meditazioni e a proporre le virtù per ciascuno dei concetti yogici che abbiamo raccolto.

Quali cose nuove ha imparato selezionando le meditazioni e scrivendo su ciascuna carta?

Mi è piaciuto molto scrivere sulle carte perché questo mi ha aiutato ad approfondire gli insegnamenti e a collegarli alla mia esperienza personale. Grazie alla mia precedente esperienza di insegnamento, mi è stato molto più facile scrivere dei Dieci Corpi, dei Sette Chakra, dei Guna e dei Cinque Elementi. È stato più impegnativo scrivere dei Sette Passi della Felicità e degli Yamas e Niyamas. Anche se capivo il “cosa” e il “perché”, spesso non riuscivo a trovare le parole giuste per descrivere alcuni termini delle tute. Questo mi ha ispirato a insegnare una serie di sette parti sui Sette Passi verso la Felicità e attualmente sto lavorando a un corso per gli Yamas e i Niyama.

Vi hanno ispirato altri mazzi di carte?

Anche se non ho mai usato nessun mazzo di carte in modo costante, sono ispirata da quante persone le usano nella loro vita quotidiana, soprattutto i tarocchi di Osho e le carte della Bhagavad Gita.

Quale delle 60 meditazioni che avete scelto è (sono) la vostra preferita?

Le due meditazioni che mi piacciono di più sono; 1) Meditazione profonda in assenza di pensieri, che è la carta 7 del seme delle Otto Arti dello Yoga, relativa a Dhayana o alla virtù dell’integrazione; e 2) Il Respiro in quattro tempi per costruire l’intuizione, sulla carta 17, che si riferisce a Svadhyaya o alla virtù dell’autoapprendimento nel completo Yamas e Niyamas. Queste meditazioni mi permettono di sentirmi immediatamente più allineato e integrato. Mi piace che le meditazioni non siano fisicamente impegnative e che possano essere fatte ovunque. Mi permettono di immergermi rapidamente all’interno e di ottenere chiarezza e concentrazione prima di uscire per relazionarmi con il mondo.

Raccontaci un’esperienza stimolante che hai avuto con una delle meditazioni.

La prima scheda di meditazione che ho usato è stata “Il respiro in quattro tempi per costruire l’intuizione”. Ho scelto questa carta dalla prima bozza di questo progetto, un piccolo set di 12 carte fatte a mano che ho realizzato per me stessa a casa ancora prima del lancio di questo progetto. Durante questa meditazione, ho ricevuto l’ispirazione di espandere questo progetto in collaborazione con KRI. Sapevo già chi sarebbero stati i collaboratori, tra cui Aliaa Salah, l’illustratrice, Hari Shabad, redattore di KRI, e la nostra meravigliosa recensore, Siri Neel Kaur.

La produzione di questo Oracolo della Meditazione Kundalini ha già cambiato il modo in cui vi relazionate con la vostra pratica?

Assolutamente sì. Ora sto meditando con una nuova carta quasi ogni giorno! Questo è davvero meraviglioso perché, dopo aver insegnato per molti anni, mi sentivo bloccata nel ripetere le pratiche che mi piacevano di più o che mi erano familiari. Ma con queste carte, posso uscire dalla mia zona di comfort scegliendo meditazioni che possono sembrare “casuali”, mentre in realtà la carta di meditazione che scegliamo è scelta intuitivamente e si allinea con la nostra frequenza attuale e con qualcosa di cui abbiamo bisogno in quel preciso momento.

Come si aspetta che questo oracolo venga utilizzato e apprezzato o che ispiri le persone nella loro pratica?

Penso che questo Oracolo della Meditazione Kundalini possa ispirare gli insegnanti a tenere lezioni seguendo uno dei semi presenti nei mazzi di carte. I mazzi di meditazione possono essere integrati in un contesto di classe e offerti come compiti a casa alla fine del corso. Penso anche che le carte scelte intuitivamente possano ispirare i praticanti a guardare più a fondo in se stessi per vedere fino a che punto la virtù della carta scelta si riferisce a loro e viene applicata nella loro vita. In seguito, potranno fare piccoli passi per incarnare questa virtù nella loro vita e forse sentirsi più sicuri per insegnare un seminario su questa carta/virtù.

Teacher

Lascia un commento