(BPT) – Ammettiamolo, nell’ultimo anno e mezzo non c’è stato molto di cui essere grati. Se la gratitudine è un muscolo, molti di noi trovano il nostro un po’ atrofizzato. Ma sai cosa c’è di bello nei muscoli deboli? Con un po’ di lavoro, non solo puoi rimetterli in forma, puoi renderli più forti di prima.

Tutto ciò che serve è un po’ di pratica.

Uno studio del 2018 pubblicato sul Journal of Positive Psychology ha rilevato che gli adulti riconoscenti sono più felici e pieni di speranza. Suona bene, vero? Come per qualsiasi obiettivo che valga la pena raggiungere, ci vuole lavoro. Ma spendere solo pochi minuti al giorno per rafforzare i muscoli della gratitudine pagherà dividendi duraturi.

Ci sono molti modi per far lavorare i muscoli della gratitudine. Eccone alcuni.

1. Meditazione Kundalini.

Sappiamo tutti che è stato dimostrato che la meditazione Kundalini abbassa la pressione sanguigna, aiuta a controllare il dolore, migliora il sonno e riduce lo stress e l’ansia. Ma lo sapevi che può anche aumentare la gratitudine attraverso la consapevolezza? Provaci. Gli studi dimostrano che solo undici minuti al giorno di meditazione Kundalini gioveranno alla tua salute fisica e mentale. Se puoi, praticalo per 40 giorni di seguito: questo instillerà un’abitudine. Probabilmente quaranta giorni sembrano tanti. Ma te ne sarai grato.

Ecco una pratica di meditazione quotidiana di 3HO , un’organizzazione globale dedicata alla condivisione degli insegnamenti del Kundalini Yoga:

Postura: sedersi in una comoda posizione eretta.

Mani: stringi le mani a coppa, come se stessi per bere da un ruscello alpino pulito, e tienile davanti al tuo cuore. Rilassa le spalle, lascia che le braccia si riposino lungo i fianchi e senti ogni altra parte del tuo corpo che si rilassa e si rilassa.

Occhi e concentrazione mentale: in questa posizione, siediti semplicemente con gli occhi chiusi e cerca di visualizzare tutto ciò di cui sei grato nella tua vita che cade nelle tue mani a coppa.

Respiro: respira profondamente e sentiti fondere con la luce di tutte quelle benedizioni che tieni nelle tue mani.

Tempo: continua per 3, 11 o 31 minuti (o per quanto tempo ti senti a tuo agio). 2. Rosa, Gemma, Spina.

Questo è un fantastico esercizio di gratitudine da praticare se hai bambini, ma può anche essere praticato da solo o con un gatto molto paziente.

Prenditi un momento ogni sera e chiediti qual è stata la parte migliore della tua giornata (la tua rosa), cosa non vedi l’ora (il tuo bocciolo) e cosa non è andato bene (la tua spina). Se vivi con altre persone, gira intorno al tavolo e condividi.

3. Filo interdentale della gratitudine.

Quando ti lavi i denti al mattino, ringrazia. Non è necessario scrivere una nota di ringraziamento. Sei occupato, usare il filo interdentale. Basta passare attraverso una lista di controllo mentale e se c’è qualcuno che è stato gentile con te di recente, ringrazialo, nella tua testa. È tutto. Facile.

4. Elenco di gratitudine.

Molti di noi hanno provato a tenere dei diari, per poi abbandonarli dopo poche pagine. Questo diario è facile. In effetti, pensalo meno come un diario e più come un elenco. Tutto quello che devi fare è scrivere tre cose per cui sei grato ogni giorno. Questo è tutto! Possono anche essere le stesse tre cose ogni giorno. L’idea è di sviluppare l’abitudine di pensare e riconoscere la bontà.

Questi esercizi di gratitudine sono solo suggerimenti. Guarda cosa funziona per te. Parte della pratica della gratitudine è riconoscere che va bene fare ciò che puoi, invece di ciò che pensi di dover. Sii gentile con te stesso. Il resto seguirà. Per ulteriori idee su come il Kundalini Yoga e la meditazione possono essere praticati a casa e beneficiare della tua routine di salute e benessere, visita https://www.3ho.org .

Lascia un commento