Yogi Bhajan è stato il fondatore della comunità globale 3HO-Kundalini Yoga e ha stabilito il Sikh Dharma in Occidente, elevando molte migliaia di persone con uno stile di vita spiritualmente arricchito. Ha anche co-fondato il KRI insieme a MSS Gurucharan Singh, un volontario e primo Direttore del KRI, nel 1972.

Sedici anni dopo la morte di Yogi Bhajan, un certo numero di persone si fece avanti e riferirono di essere state danneggiate da lui. Quegli account sono stati condivisi nella nostra comunità e con il pubblico. È stato durante questo sforzo che più membri della comunità si sono fatti avanti e hanno rivelato le proprie esperienze dannose nelle nostre comunità, incluso il danno alle nostre scuole in India e altri programmi per i giovani. Abbiamo accettato questi rapporti con un sincero desiderio di sostenere la guarigione di chiunque abbia avuto qualsiasi forma di esperienza dolorosa o dannosa all’interno della nostra comunità.

Come parte della nostra risposta organizzativa, KRI ha lavorato in collaborazione con la nostra famiglia di organizzazioni per:

  • Offri servizi di consulenza gratuiti a tutti i segnalatori di danni.
  • Assumi un gruppo indipendente, An Olive Branch, per raccogliere e valutare le segnalazioni di danni e le dichiarazioni di sostegno su Yogi Bhajan. In uno spirito di trasparenza, abbiamo reso pubblico il rapporto di An Olive Branch.
  • Organizza più riunioni online e sessioni di ascolto per offrire alla comunità l’opportunità di condividere le proprie esperienze.
  • Avviare un progetto di riconciliazione compassionevole , basato sui principi della giustizia riparativa, per concentrarsi sulla guarigione, riparazione e trasformazione della nostra comunità.
  • Annunciare un programma indipendente di guarigione e riparazione come continuazione del lavoro di riconciliazione compassionevole. Puoi leggere questo programma e il nostro lavoro continuo per riconoscere e imparare dalle varie esperienze di danno e guarire la nostra comunità globale, qui .

Tutto ciò ha profondamente influenzato il KRI e la comunità del Kundalini Yoga e continua a chiamare ciascuno di noi a trovare la nostra relazione più vera con gli insegnamenti, la pratica e l’altro. Il KRI non si aspetta e non si aspetta che tutti i membri della comunità reagiscano allo stesso modo o raggiungano un accordo su determinazioni definitive sugli eventi storici. Ma siamo grati per l’opportunità di aiutare a guarire il dolore della nostra comunità.

Il KRI ha ricevuto domande su come dovremmo trattare l’eredità di Yogi Bhajan. Riconosciamo che c’è un continuum di prospettive, con alcuni che vogliono che rimanga al centro della nostra organizzazione, altri che preferiscono rimuovere la sua identità e molte gradazioni nel mezzo. Ogni membro della comunità, incluso ogni insegnante di Kundalini Yoga, può e deve prendere le proprie decisioni personali, basandosi sull’esperienza e sulla coscienza, riguardo a Yogi Bhajan e ai suoi insegnamenti. Nella nostra vasta comunità globale, c’è un posto per tutte queste prospettive e ai membri della comunità sarà concesso il diritto alle loro esperienze personali e alle loro opinioni su Yogi Bhajan.

Il KRI continua a riconoscere Yogi Bhajan come nostro fondatore e non cerca di negare l’ampio bene che ha promosso. Riconosciamo anche che ci sono state segnalazioni di danni contro di lui. Siamo uniti contro ogni tipo di abuso e ci siamo impegnati in un programma di riparazione per offrire assistenza finanziaria e guarigione alle persone idonee.

Continuiamo inoltre a lavorare a stretto contatto con l’Office of Ethics and Professional Standards (“EPS”) per stabilire standard chiari per gli insegnanti di Kundalini Yoga, sia nel nostro Codice etico che nei 10 diritti di uno studente di Kundalini Yoga . EPS dispone di una hotline attiva 24 ore su 24 e di un modulo di segnalazione online anonimo per chiunque possa segnalare violazioni del nostro Codice Etico.

Andando avanti, gli insegnamenti di Yogi Bhajan rimarranno al centro della missione del KRI. Confidiamo nelle esperienze positive collettive di migliaia di praticanti, che dimostrano che le nostre tecnologie yogiche sono strumenti potenti ed efficaci per guarire ed elevare. Ci impegniamo a vivere i nostri valori fondamentali di onestà, compassione, rispetto e apertura verso tutti.[1] Riconosciamo e ci scusiamo per gli errori del passato. Pur non tentando di cancellarli, ci concentriamo sulla costruzione di un futuro migliore.

Il KRI continuerà a perseguire la nostra missione: rendere i benefici e la pratica del Kundalini Yoga, basato sugli Insegnamenti di Yogi Bhajan, accessibili a tutte le persone di ogni provenienza.

Lascia un commento