WP Post Author

I Kundalini Yogi afroamericani considerano l’accesso allo yoga una questione di diritti civili.

L’intersezionalità è il luogo in cui molteplici sistemi esterni di discriminazione e oppressione interiorizzata si intersecano, interagiscono e si moltiplicano. Ciò che chiamiamo giustizia sociale e lotta per i diritti civili ha una storia e una prassi millenarie, radicate nelle culture della tradizione. Se esploriamo il movimento per i diritti civili e la giustizia sociale attraverso la nostra comprensione dello yoga, emerge il guerriero interiore per il cambiamento sociale.

La cura di sé è un elemento chiave per la liberazione di sé e degli altri. 

Se asana significa “seduta comoda”, e molte asana sono scomode all’inizio, ma diventano comode con la pratica, cresce anche la vostra abilità nel coinvolgere i sistemi di oppressione.

Come professionista dello yoga, è possibile accedere ai muscoli per la resistenza incarnata? È un Siddhi o potere spirituale per vedere i privilegi, per vedere l’oppressione e poi agire per portare un cambiamento reale. Approfondite la vostra capacità di vedere e districare i nodi del razzismo sistemico, dell’oppressione di classe e di rendere lo yoga accessibile a tutti.

Sul tappeto, useremo lo yoga e la meditazione per costruire la resilienza. Fuori dal tappeto, discuteremo i modi per recuperare culturalmente, trasformare ed evolvere oltre gli strati di pregiudizi impliciti ed espliciti.

Questo corso è una possibilità per unirsi al movimento per il cambiamento sociale e per una maggiore accessibilità dello yoga per tutti. Imparate a far evolvere la vostra piattaforma per informare la sensibilità attraverso tutte le intersezioni e per portare questo mondo verso la verità e la giustizia per tutti.

Concetti generali che il corso tratterà:

  • Lo yoga dell’intersezionalità: Parte I Radici africane del Kundalini Yoga, giustizia sociale e lotta per i diritti civili
  • Kemetia Yoga; Sistema di Yoga dell’Antico Egitto
  • Psicologia nera, femminismo nero, teologia della liberazione nera & Lo yoga come prassi dei diritti civili
  • Liberazione e pratica della libertà; Esplorare la liberazione dal carcere
  • Intersezionalità e CRASH: Classismo/Militarismo, Razza/Religione, Età/Abilità/Dipendenza, Sessismo, Eterosessismo
  • Iniziare con la forza: Le dimensioni nascoste rivelate, Malcolm X e altro ancora
  • Yoga dell’intersezionalità: Parte II con il canto di Guru Ram Das con ritmo africano 6/8, le radici africane del Kundalini Yoga, la giustizia sociale e la lotta per i diritti civili
  • Di fronte alla discriminazione: Convalidare le proprie fonti di potere, le tradizioni di saggezza indigene
  • 12 tipi di matrimonio; Ci vuole un villaggio e ci vogliono nuovi concetti di matrimonio. Concetti africani di strutture familiari non tradizionali.
  • Il sesso è un problema di recupero; Concetti di sesso positivo per gli yogi, per liberarsi dalla cultura eteronormativa e negativa per il sesso.
  • On the Mat, vi prepara per il fuori dal tappeto: Portate in questo mondo la Siddhi di vedere la liberazione. Costruite la vostra residenza, la vostra flessibilità, la vostra calma e la vostra gravitas.
  • La pratica non finisce mai: concludere; Dove andiamo a finire? In Comunità, rinasciamo insieme.

Maggiori informazioni

  • 12 segmenti video preregistrati sullo yoga dell’intersezionalità,
  • Prendetevi il tempo necessario per guardare il materiale al vostro ritmo se non potete partecipare alla lezione dal vivo.
  • Discussione Q & A con la comunità e gli altri partecipanti al corso
  • Tecniche specifiche / meditazioni
  • Materiale unico originariamente sviluppato al Solstizio d’Estate, per la nostra comunità yoga mondiale
  • Discussione Q & A con la comunità e gli altri partecipanti al corso
  • Tecniche specifiche / meditazioni
Torna ai corsi
$188 USD

o

Teacher

Ratings and Reviews

0.0
Avg. Rating
0 Ratings
5
0
4
0
3
0
2
0
1
0
What's your experience? We'd love to know!
No Reviews Found!
Show more reviews
What's your experience? We'd love to know!
Questo elemento è stato inserito in Senza categoria. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento